Acmella Oleracea – crescione del brasile

Crescione di Para, pianta del mal di denti, pianta elettrica

COLTIVAZIONE: pieno sole o mezzombra. Risulta perenne in climi miti o se protetta dal freddo.

Descrizione

Fiore di Acmella oleracea

L’Acmella oleracea ha uinteressante sapore che si sviluppa lentamente dal dolce al salato, poi più velocemente si trasforma in una sensazione di piccante pungente fino a creare un leggero intorpidimento della bocca.

Le foglie dal sapore pungente si usano crude per aromatizzare insalate, carni e zuppe, cotte al vapore come contorno di svariate pietanze. Numerose sono le preparazioni della cucina Brasiliana.

E’ possibilrealizzare un valido repellente per gli insetti e un antiparassitario. Viene realizzata un’estrazione alcolica delle foglie e dei fiori e trattamento tramite diluizione in acqua (1:10) e nebulizzazione delle parti interessate dall’attacco.

L’acmella oleracea ha un’azione mucolitica, favorisce la digestione e ha un effetto anestetico, il decotto o infuso delle foglie dei fiori è un rimedio tradizionale per balbuzie, mal di denti e stomatiti, masticare foglie e fiori rafforza le gengive, lenisce il mal di denti e rinfresca la gola.

Sembra anche  essere persino in grado di svolgere un’azione molto simile a quella del “botulino” (o quasi). Non a caso sempre più creme a effetto lifting la utilizzano per ottenere un’efficacia istantanea su rughe e rughette.